http://wp.me/p1JCk-84

Annunci

È giunta l’ora di provare seriamente Drupal. Primi passi seguendo questa guida

Vediamo se mi perdo o se riesco ad orientarmi un po’

Quando incontro Matteo, Luisa e Andrea nascono sempre nuove idee. Inizia l’esplorazione del mondo dei robot con l’MBot!

Che ne uscirà? Intanto cominciamo a riceverlo poi si vedrà.

Sempre da Andreas, un altro spunto che voglio sottolineare:

Ad esempio, quando io vi chiedo di usare LibreOffice non significa che poi si debba usare LibreOffice con i bambini. Anzi, la cosa in generale mi pare che abbia poco senso: LibreOffice è una suite per ufficio, come Microsoft Office. Però può (non deve ma può) succedere che si facciano attività che comportino la scrittura di documenti di testo al computer – l’ho visto fare. Bene, in tali casi è giusto, etico e economico che nella scuola si usino strumenti di software libero.

Mi piace molto e mi trovo molto d’accordo con l’ultima frase. Ma chi mi conosce lo sa già 🙂

Ma, come sempre succede, ogni soluzione del problema, ogni successo, genera ulteriori nuovi problemi. È fisiologico. Significa che c’è vita. L’assenza di problemi è morte.

Ancora Andreas Formiconi che mi offre questa frase. Che vita sarebbe senza problemi? Meno male che ci sono. Frase da ricordare per chi non vuole avere problemi.

Che forza la possibilità di creare contenuti interattivi da inserire in una pagina web dove si vuole. È quello che si può fare usando h5p.org.

Con questo servizio puoi creare diverse attività da usare poi dove vuoi.

Da esplorare!

 

p.s. se hai un sito costruito con wordpress basta aggiungere il plugin h5p e hai a disposizione la possibilità di creare le attività nel tuo blog. Naturalmente deve essere installato in un hosting proprio, non usando wordpress.com

Semplici regole da seguire per navigare in rete in modo consapevole e rispettoso di ciò che fanmo gli altri.

Do you speak social? – http://wp.me/p7hzaJ-cf

L’alba dei post viventi Era una notte buia e tempestosa. Ho sempre sognato di iniziare così un articolo 🙂 Scherzi a parte, la frase rievoca la precisa atmosfera che accompagna, per ogni inse…

Sorgente: Guida Gratuita per (ri)Animare il Blog di Classe

Quando scrivo un post (un articolo) con wordpress ho la possibilità di assegnare una o più categorie.

Se non intervengo i vari articoli che scrivo vengono visualizzati uno dopo l’altro seguendo un ordine temporale. A lungo andare ho quindi post che parlano di argomento diverso mischiati tra loro. Attraverso le categorie posso fare in modo di raggruppare tutti gli articoli dello stesso argomento, per esempio tutti quelli che parlano di italiano, quelli di storia o di geografia… Leggi il seguito di questo post »

Il Raspberry mi ha sempre un po’ incuriosito. Tempo fa un amico me ne ha regalato uno e ogni tanto ci pasticcio un po’ per un tempo direttamente proporzionale alle cose che riesco a fare. A ottobre, durante la EU Code Week, Andreas Formiconi ha fatto un intervento illustrando Kano, un sistema operativo che gira su raspberry orientato all’insegnamento della programmazione ai bambini. Avevo già provato a scaricare l’immagine di questo SO ma per varie ragioni non ero mai riuscito a metterlo sulla SD Card. Poi finalmente ci sono riuscito, probabilmente complice il fatto di avere una sd nuova 🙂

E allora via agli esperimenti!

Prima di tutto provato Kano: bello, colorato, pieno di attività. Vediamo che se ne può fare. Poi scaricato e installato Raspbian ultima versione. E qui altro esperimento: mettere un servizio tipo EtherpadPiratepad o Framapad a disposizione della rete locale.

Ho seguito queste guide, una per installare il modulo node.js, e una per installare Ehterpad e ci sono riuscito!Etherpad