Dalla lettura dell’articolo di Andreas sul primo incontro laboratorio su LibreLogo prendo in prestito questa frase:

Usare software libero è eticamente corretto ed è profondamente formativo. Si impara il valore della collaborazione, si valorizza il concetto di legalità e si guadagna in libertà e in occasioni di mettere a frutto l’intelligenza. Infatti noi siamo in grado di correggere LibreLogo perché è software libero.

Annunci

Ieri sera il coro in cui canto, l’Accademia Corale di Lecco, ha fatto un concerto nella chiesa dello Spirito Santo a Valmadrera.

Quello che mi piace è che quando tutto è finito la musica continua a risuonare nella mia testa è mi accompagna fino a quando mi addormento e anche il giorno dopo. In questo caso ho passato i silenzi di casa con Mozart e Haydn.

Bello!

Spesso per sistemare il testo utilizzo l’estensione Patina.

È molto comoda: toglie gli spazi doppi, sistema accenti vari, virgolette e altro ancora. Quando c’è da sistemare velocemente un testo con molti errori di formattazione risulta utilissima. Un clic e tutti gli errori sono corretti.

Un’iniziativa da sostenere.

Noi abbiamo bisogno di voi

25125558_1511530723.7881 Per contribuire clicca su https://www.gofundme.com/internetforimmigrants

560 € in 20 giorni per il Centro Sociale di Poggio alla Croce, con una raccolta fondi internazionale. Chi ci avrebbe scommesso? Pochi probabilmente.

Invece è quello che abbiamo ottenuto grazie all’iniziativa dell’amica canadese Marcie, che ha lanciato una campagna di fundraising finalizzata ad aiutare il doposcuola organizzato presso il Centro Sociale di Poggio.

L’obiettivo che ci eravamo posti, di circa 500 € (800 $ Canadesi, corrispondenti a 528 €) era aggiustato sul costo annuo di un collegamento Internet. Ma le necessità sono tante: la campagna rimane aperta e può andare oltre l’obiettivo previsto. Ben vengano nuove offerte!

Con una precisazione importante: la campagna fa leva sulla questione dell’accoglienza migranti ma il Centro Sociale di Poggio alla Croce rivolge la propria offerta a tutta la cittadinanza, in particolare a chiunque abbia bisogno di assistenza scolastica su italiano, francese, inglese, tedesco, tecnologie, computer, stampa 3D…

View original post 82 altre parole

Una proposta di sviluppo di software che cerca di essere rispettosa per noi e per i nostri contenuti.

Software libero & TD

Da Framablog traduco  questo articolo che presenta una proposta per costruire un’alternativa, nel metodo e nella tecnologia, a YouTube. Se non è una rivoluzione, è un cammino verso il cambiamento.
Sono contento di accompagnare Framasoft in questo cammino, anche con il mio piccolo contributo finanziario.
La traduzione è un invito a tutti i sostenitori del software libero a camminare insieme verso quella che a Framasoft hanno chiamato Contributopia.

Buon cammino e buona lettura 🙂

Questa è una rivoluzione. OK, l’espressione ci è stata confiscata da un famoso venditore di mele, ma in questo caso, è l’espressione adatta. E se insieme ci potessimo liberare dall’egemonia di YouTube trasformando il modo di vedere e diffondere i video?
A Framasoft, crediamo che sia possibile … ma non accadrà senza di voi.

YouTube è un orco che costa caro

YouTube è in primo luogo un simbolo. Quello delle piattaforme (Dailymotion, Vimeo, Facebook Film…

View original post 1.390 altre parole

http://wp.me/p1JCk-84

È giunta l’ora di provare seriamente Drupal. Primi passi seguendo questa guida

Vediamo se mi perdo o se riesco ad orientarmi un po’

Quando incontro Matteo, Luisa e Andrea nascono sempre nuove idee. Inizia l’esplorazione del mondo dei robot con l’MBot!

Che ne uscirà? Intanto cominciamo a riceverlo poi si vedrà.

Sempre da Andreas, un altro spunto che voglio sottolineare:

Ad esempio, quando io vi chiedo di usare LibreOffice non significa che poi si debba usare LibreOffice con i bambini. Anzi, la cosa in generale mi pare che abbia poco senso: LibreOffice è una suite per ufficio, come Microsoft Office. Però può (non deve ma può) succedere che si facciano attività che comportino la scrittura di documenti di testo al computer – l’ho visto fare. Bene, in tali casi è giusto, etico e economico che nella scuola si usino strumenti di software libero.

Mi piace molto e mi trovo molto d’accordo con l’ultima frase. Ma chi mi conosce lo sa già 🙂

Ma, come sempre succede, ogni soluzione del problema, ogni successo, genera ulteriori nuovi problemi. È fisiologico. Significa che c’è vita. L’assenza di problemi è morte.

Ancora Andreas Formiconi che mi offre questa frase. Che vita sarebbe senza problemi? Meno male che ci sono. Frase da ricordare per chi non vuole avere problemi.