Stamattina mi son messo a scartabellare tra le mie cose che era tempo che non guardavo. Son saltati fuori ricordi che avevo dimenticato, sensazioni che avevo accantonato, e un libro che adesso mi devo rileggere: Apprendimento cooperativo in classe.

Questa lettera mi è piaciuta molto, la ripubblico in modo da non dimenticarla. Grazie

Caro Massimo, sono un insegnante maschio, lombardo, sui cinquanta: italiano, latino e storia in un liceo scientifico di provincia. Ho cominciato la didattica a distanza (dad) il 26 febbraio, usando Google Suite for Education, e arrivato alla fine dell’anno vorrei farne un bilancio. Il punto di vista è solo personale, ma preferisco rimanere anonimo: certi…

Lettera di un insegnante sulla didattica a distanza — manteblog

Seguo con interesse il blog di cui riporto l’esperienza di costruzione collettiva di un problema. Mi piace sottolineare il passaggio in cui viene descritta la discussione. Lo riporto qui per non perderlo nel mare di informazioni con cui veniamo in contatto tutti i giorni.

La classe si accende. I bambini intervengono con entusiasmo, lavorano insieme. Non devo faticare a moderare la discussione perché ormai i meccanismi della partecipazione sono acquisiti. Basta alzare la mano e si esce fuori dall’ombra dando il proprio contributo. Alcune idee devono essere scartate, altre migliorate, e quando intercedo lo faccio solo per stimolare il ragionamento. Non suggerisco mai, mi limito soltanto a spalancare la finestra sul panorama che ci si apre davanti. Alla fine il testo del problema che viene fuori è perfetto e i bambini si mettono al lavoro. Senza saperlo, durante il gioco di costruirlo ragionandoci insieme, lo hanno già risolto.

I problemi collettivi — gli opliti di Aristotele

Aggiornare Linux Mint non è difficile, soprattutto se si seguono le ottime indicazioni che si trovano sul blog ufficiale della distribuzione oppure nei puntuali articoli del blog Marco’s Box. A volte, dopo l’aggiornamento di versione della distribuzione Linux Mint Cinnamon, ho riscontrato un problema: non si avvia più il pannello delle impostazioni.

Lanciando il comando cinnamon-settings viene evidenziato questo errore:

Traceback (most recent call last):
  File "/usr/share/cinnamon/cinnamon-settings/cinnamon-settings.py", line 726, in <module>
    window = MainWindow()
  File "/usr/share/cinnamon/cinnamon-settings/cinnamon-settings.py", line 309, in __init__
    for module in modules:
  File "/usr/share/cinnamon/cinnamon-settings/modules/cs_desktop.py", line 6, in <module>
    gi.require_version('Nemo', '3.0')
  File "/usr/lib/python3/dist-packages/gi/__init__.py", line 130, in require_version
    raise ValueError('Namespace %s not available' % namespace)
ValueError: Namespace Nemo not available

Il tutto si risolve commentando la riga 6 del file cs_destktop.py che si trova nella directory /usr/share/cinnamon/cinnamon-settings/modules/ e si presenta così:

gi.require_version('Nemo', '3.0')

ho modificato così:

# gi.require_version('Nemo', '3.0')

In questo modo il pannello di controllo di Cinnamon riprende a funzionare.

https://wp.me/p76Ppw-nZO

Ribloggo il pensiero di Gianni Rodari sulla questione grembiule. Un pensiero di grande attualità nonostante il tempo.

https://wp.me/p6VqEA-1AO

Le istanze di Mastodon, elemento caratteristico e fondamentale del Fediverse
Le istanze di Mastodon, elemento caratteristico e fondamentale del Fediverse

Una serie di ottimi articoli di CaGiZero per cercare di capire cos’è e come funziona Mastodon e il Fediverse, social network alternativi e federati.

Gli articoli sono lunghi e ben articolati, meritano la lettura per potersi orientare dentro un mondo estremamente variegato.

La traduzione in italiano dei servizi framasoft, il punto della situazione grazie a Roberto

https://wp.me/p1JCk-bE

Un nuovo modo di stare sui social: Mastodon

Ca_Gi_Zero, che ho incontrato per caso qui su wordpress, spiega in tre articoli in che cosa consiste, come funziona e dà qualche indicazione che può orientare la scelta. Per provare un’alternativa

Cos’è Mastodon

Il grande mondo del Fediverse

Breve recensione delle istanze di Mastodon e il loro senso

Un piccolo appunto per ricordarmi come trasformare file in pdf usando LibreOffice da terminale.

Ho seguito le indicazioni di questo articolo, un po’ datato ma funziona.

soffice --headless --invisible --convert-to pdf /dir/file.pptx --outdir /dir

Ho provato e funziona alla grande!