Archivi per la categoria: Uncategorized

I principi per una didattica digitale sostenibile spiegati per bene. Grazie a @nilocram per aver fatto conoscere questa preziosa risorsa e per la traduzione in italiano della presentazione di Emmanuel Zimmert.
Il prossimo passo è la traduzione in italiano dei vari servizi presentati nell’articolo.

Software libero & TD

Riprendo e traduco questo articolo di Emmanuel Zimmert in cui l’autore espone i principi su cui si basa La Digitale un progetto che sviluppa e distribuisce gratuitamente una raccolta di strumenti digitali e applicazioni libere e responsabili da utilizzare soprattutto nell’insegnamento/apprendimento in presenza e a distanza.

Ecco come vengono presentati gli obiettivi di La Digitale nella home page del sito:

  1. progetta e sviluppa strumenti e applicazioni digitali liberi e responsabili per insegnanti;
  2. accresce la consapevolezza delle buone pratiche e della sobrietà digitale in ambito educativo;
  3. difende una tecnologia digitale educativa virtuosa e inclusiva lontana dalle grandi aziende guidate dalla corsa al profitto e dalla raccolta e vendita di dati.

Viste le premesse, penso che valga la pena provare gli strumenti liberi che Emmanuel Zimmert ha sviluppato e messo a disposizione gratuitamente.

Gli strumenti sviluppati da La Digitale

Qui sotto trovate la traduzione italiana del suo articolo che è distribuito con…

View original post 598 altre parole

Io c’ero

Alessandro Barbero e Wikipedia

Stamattina mi son messo a scartabellare tra le mie cose che era tempo che non guardavo. Son saltati fuori ricordi che avevo dimenticato, sensazioni che avevo accantonato, e un libro che adesso mi devo rileggere: Apprendimento cooperativo in classe.

Questa lettera mi è piaciuta molto, la ripubblico in modo da non dimenticarla. Grazie

Caro Massimo, sono un insegnante maschio, lombardo, sui cinquanta: italiano, latino e storia in un liceo scientifico di provincia. Ho cominciato la didattica a distanza (dad) il 26 febbraio, usando Google Suite for Education, e arrivato alla fine dell’anno vorrei farne un bilancio. Il punto di vista è solo personale, ma preferisco rimanere anonimo: certi…

Lettera di un insegnante sulla didattica a distanza — manteblog

https://wp.me/p76Ppw-nZO

Ribloggo il pensiero di Gianni Rodari sulla questione grembiule. Un pensiero di grande attualità nonostante il tempo.

https://wp.me/p6VqEA-1AO

La traduzione in italiano dei servizi framasoft, il punto della situazione grazie a Roberto

https://wp.me/p1JCk-bE

Un piccolo appunto per ricordarmi come trasformare file in pdf usando LibreOffice da terminale.

Ho seguito le indicazioni di questo articolo, un po’ datato ma funziona.

soffice --headless --invisible --convert-to pdf /dir/file.pptx --outdir /dir

Ho provato e funziona alla grande!

Un’iniziativa da sostenere.

Laboratorio Aperto di Cittadinanza Attiva

25125558_1511530723.7881 Per contribuire clicca su https://www.gofundme.com/internetforimmigrants

560 € in 20 giorni per il Centro Sociale di Poggio alla Croce, con una raccolta fondi internazionale. Chi ci avrebbe scommesso? Pochi probabilmente.

Invece è quello che abbiamo ottenuto grazie all’iniziativa dell’amica canadese Marcie, che ha lanciato una campagna di fundraising finalizzata ad aiutare il doposcuola organizzato presso il Centro Sociale di Poggio.

L’obiettivo che ci eravamo posti, di circa 500 € (800 $ Canadesi, corrispondenti a 528 €) era aggiustato sul costo annuo di un collegamento Internet. Ma le necessità sono tante: la campagna rimane aperta e può andare oltre l’obiettivo previsto. Ben vengano nuove offerte!

Con una precisazione importante: la campagna fa leva sulla questione dell’accoglienza migranti ma il Centro Sociale di Poggio alla Croce rivolge la propria offerta a tutta la cittadinanza, in particolare a chiunque abbia bisogno di assistenza scolastica su italiano, francese, inglese, tedesco, tecnologie, computer, stampa 3D…

View original post 82 altre parole

Una proposta di sviluppo di software che cerca di essere rispettosa per noi e per i nostri contenuti.

Software libero & TD

Da Framablog traduco  questo articolo che presenta una proposta per costruire un’alternativa, nel metodo e nella tecnologia, a YouTube. Se non è una rivoluzione, è un cammino verso il cambiamento.
Sono contento di accompagnare Framasoft in questo cammino, anche con il mio piccolo contributo finanziario.
La traduzione è un invito a tutti i sostenitori del software libero a camminare insieme verso quella che a Framasoft hanno chiamato Contributopia.

Buon cammino e buona lettura 🙂

Questa è una rivoluzione. OK, l’espressione ci è stata confiscata da un famoso venditore di mele, ma in questo caso, è l’espressione adatta. E se insieme ci potessimo liberare dall’egemonia di YouTube trasformando il modo di vedere e diffondere i video?
A Framasoft, crediamo che sia possibile … ma non accadrà senza di voi.

YouTube è un orco che costa caro

YouTube è in primo luogo un simbolo. Quello delle piattaforme (Dailymotion, Vimeo, Facebook Film…

View original post 1.390 altre parole